ITALIANO

JOB AND GOD

BY FRANCO BERARDI “BIFO”

Nel novembre del 2009 Lloyd Blankfein, presidente della Goldmann Sachs dichiarò in un’intervista al Sunday Times: “Io sto facendo il lavoro di Dio.” Qualche giorno dopo disse che si pentiva di quella frase che per lui era da intendersi come uno scherzo. Naturalmente era uno scherzo, sappiamo tutti che Blanckfein non ha la barba bianca e non è circondato dagli angeli nel Settimo Cielo. Siamo cresciuti abbastanza da capire quel che il presidente Blanckfein intendeva dicendo che lui fa il lavoro di Dio. Intendeva dire semplicemente che quel che accade sulla Terra (inquinamento, miseria che si diffonde, guerre, distribuzione irrazionale delle risorse, appropriazione privata e distruzione del prodotto dell’attività di centinaia di milioni di lavoratori e di tecnici) è supervisionato da Lui (Dio) e dai suoi collaboratori.

Dio cominciò a lavorare come consulente per lo stato Greco nel 2002. Anche prima che Goldmann Sachs entrasse nella faccenda, la Grecia stava già falsificando le cifre per poter essere ammessa nella zona euro e per rientrare nei criteri di Maastricht. Spese gigantesche vennero dimenticate, ad esempio i soldi investiti nell’acquisto di armi e aeroplani da guerra forniti dalle industrie militari tedesche. Nel febbraio del 2010, poi, i consulenti della Goldmann Sachs aiutarono il governo greco a mascherare l’entità del deficit con la creazione di un derivato che aggirava le regole di Maastricht. In cambio della consulenza la Goldmann Sachs incassò 600 milioni di
euro.

Negli anni successivi consulenti della Goldmann Sachs (come Mario Monti, per dire) punirono la Grecia per avere seguito i consigli di consulenti della Goldmann Sachs. Licenziarono il presidente eletto Georgi Papandreou perché aveva osato proporre un referendum per decidere se accettare le misure di austerity che stavano massacrando la società greca. Insediarono un consulente della Goldmann Sachs, Lucas Papademos al posto di Papandreou, ridussero i finanziamenti per la scuola, la sanità licenziarono decine di migliaia di dipendenti pubblici, ridussero le pensioni e gli stipendi, spinsero la Grecia in un abisso di miseria e disperazione. Una prsona su tre è disoccupata,la gente muore di malattie che si potrebbero curare, perché l’assistenza sanitaria è negata a chi non ha lavoro. Gli emigranti sono aggrediti da orde di nazisti. Un esercito di giovani senza casa e senza lavoro si aggira nelle strade di Atene lla ricerca di eroina. Com’è noto Dio fa quel che cazzo gli pare, no?

Per esempio. Nella terra di Uz abitava un uomo il cui nome era Giobbe. Quest’uomo era onesto e senza peccato, temeva Iddio ed evitava il male. Aveva sette figli e tre figlie e possedeva settemila pecore, tremila cammelli cinquecento buoni e cinquecento asini, e aveva un gran numero di servi. Un giorno Satana venne a visitare il signore Iddio, e il Signore disse a Satana: “Da dove vieni?” Satana rispose: “Ho fatto un giretto qua e là sulla terra.”

E il Signore chiese a Satana: “Hai conosciuto il mio servo Giobbe? Non c’è nessuno sulla terra che sia come lui. E’ onesto e senza peccato, ha timore d’Iddio (di me, voglio dire) ed evita il male.” “Credi che Giobbe tema Dio senza ragione? Rispose Satana “non hai forse messo una protezione intorno a lui e alla sua casa? Hai benedetto il suo lavoro, e quindi le sue mandrie e le sue greggi pascolano dovunque. Ma prova ad alzare la mano contro di lui e vedrai che ti maledirà e ti sputerà in faccia.”

Il Signore disse allora a Satana: “Bene, tutto quello che ha è in tuo potere, ma non alzare la mano contro la sua persona.”
Satana tornò sulla terra e un giorno, quando i figli e le figli di Giobbe stavano festeggiando e bevendo vino, un messaggero venne da Giobbe e disse: “I nostri nemici hanno ucciso i tuoi buoi e gli asini, hanno passato a fil di spada i servi e solo io sono scappato per poterti portare questa notizia.”

Mentre stava parlando, un altro messaggero venne e disse: “Il fuoco è caduto dal cielo e ha bruciato le pecore e i tuoi servi, solo io sono sopravvissuto per potertelo venire a dire.” Mentre stava parlando un altro messaggero venne e disse: “I nemici Caldei hanno aggredito i tuoi cammelli e li hanno uccisi. Solo io potuto scappare e sono venuto a dirtelo. Mentre stava parlando un altro messaggero venne e disse: “ I tuoi figli e le tue figli stavano festeggiando e bevendo vino, quando improvvisamente un vento poderoso venne dal deserto e colpì i quattro angoli della casa. La casa è crollata su di loro e sono morti, e io sono la sola persona che si è salvata per potertelo venire a raccontare.”

Sentendo questo Giobbe si alzò. Si strappò le vesti e si rase la testa. Poi cadde a terra in adorazione e disse: “Nudo sono venuto dal grembo di mia madre e nudo me ne andrò. Il Signore mi ha dato e il Signore ha preso. Possa essere lodato il nome adel Signore.” Vi siete accorti che gli argentini stanno portando la parola di Dio nella nostra terra europea? Il cardinale Bergoglio è assurto al soglio di Pietro per predicare la povertà, e altri che nel 2001 sopravvissero al flagello del Fondo Monetario Internazionale sono sbarcati per distribuire biglietti da cinque euro alla popolazione italiana affamata.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s